Un piccolo buio

ROVIGORACCONTA 2019

Sabato 04/05
16.30

In che modo il susseguirsi degli eventi può influire sugli avvenimenti e le persone futuri? Questa è la domanda a cui Massimo Coppola cerca di dare risposta nel romanzo Un piccolo buio (Bompiani). Un romanzo capace di tirare le somme sul secolo da cui proveniamo e attraversare il nostro tempo. Ruota tutto attorno ad un luogo: Palazzo Vittoria, a Milano. A partire dalla sua inaugurazione nel 1936, Palazzo Vittoria sarà lo scenario delle storie concatenate dei protagonisti del racconto: Michele, Leda, Carlo, Chiara, Luca, Marco, Vittoria; dapprima giovani, poi adulti, infine anziani. Attraverso i decenni, l’intreccio di queste vite si configura come un gioco di specchi che trasforma Palazzo Vittoria in un luogo onirico. Il piccolo buio che dà nome al romanzo è la paura di vivere che attraversa il nostro tempo e può, allargandosi come una macchia d’olio, inghiottire tutto se non si è in grado di fare un bilancio sul proprio passato e costruire, in futuro, qualcosa di nuovo.