Perché siamo banali

ROVIGORACCONTA 2019

Sabato 04/05
17.00

Stefano Bartezzaghi, l’enigmista più famoso d’Italia, ritorna con Banalità, luoghi comuni, social network e semiotica (Bompiani). Questo nuovo libro si interroga sull’ossessione contemporanea di voler essere originali a tutti i costi, alimentata dai social network, che sono un punto di osservazione privilegiato sul tema. La banalità fa orrore all’essere umano di oggi, ma è proprio la fuga dalla banalità a renderlo sempre più banale e noioso. Con le armi della semiotica, Bartezzaghi cerca di seguire due convinzioni. La prima è che converrebbe cercare di andare d’accordo con la banalità, nostra e altrui, guardandola in faccia, conoscendola e interagendo con essa schiettamente. La seconda è che i social network sono il luogo più adatto in cui poter realizzare la prima convinzione. Terreni di “banalologia”, i social network sono il luogo in cui la banalità viene codificata e rappresentata perché, nella vita vera, con essa conviviamo già abitualmente.